Come scegliere una levigatrice: guida alla scelta migliore

come scegliere una levigatriceCome scegliere una levigatrice?
Non è così complicato e non è un mistero. In questa pagina potrai scoprire come scegliere la tua levigatrice, in modo da compiere la scelta più giusta e attinente alle tue necessità. Per far questo abbiamo preparato un semplicissimo “sistema”.

 

 

 

Levigatrice: quale scegliere?

Proseguendo nella lettura vedrai delle domande a cui noi abbiamo risposto. Dalla risposta a questi quesiti potrai già capire qual è la levigatrice ideale per te e quale invece non lo è, visto che ogni domanda ti indirizzerà verso la tipologia più adeguata e, in alcuni casi, anche verso dei suggerimenti d’acquisto.

Levigare grandi superfici piane e grezze?

Se dovrai utilizzarla per grandi superfici piane, allora il modello che dovrai usare è la levigatrice a nastro (asporta grosse quantità di materiale ed è principalmente ideata per superfici grezze). Tra i modelli più economici per uso hobbistico consigliamo Tacklife psfs1a. Per gli hobbisti più esigenti il nostro consiglio è quello di propendere per la Bosch pbs 75 ae. Ai professionisti suggeriamo la Bosch Professional gbs 75 ae.

Devi eseguire sgrossature di precisione?

In quesio caso la levigatrice a nastro non è ideale per via della dimensione della piastra. Per i lavori di sgrossatura da effettuare nei punti più difficili è necessario optare per la lima a nastro. Fisicamente vanta un nastro decisamente più sottile ma più lungo, così da agire in profondità. Sono molto potenti quindi bisogna usarle con cautela. L’uso è idoneo anche per l’affilatura, la sverniciatura e la rifinitura.
Tra i modelli hobbistici segnaliamo la Black Decker ka900e.

Devi rifinire in modo fine e senza il rischio di fare danni?

In questo caso la scelta migliore è la levigatrice orbitale (attenzione però, non è proprio l’ideale per rimuovere interi strati di vernice o smalto) vista la sua minore capacità di asportazione. Tra i migliori modelli noi consigliamo Makita BO3711.  Per i professionisti però, suggeriamo la Bosch gss 23 ae Professional.

Devi carteggiare superfici curve?

Grazie alla sua base di levigatura circolare, la levigatrice rotorbitale può essere utilizzata per fronteggiare sia levigature più fini grazie alla possibilità di regolare la velocità, ma ci vuole comunque una certa manualità) sia per una rimozione più consistente del materiale. La base circolare è ideale per lavorare anche sulle superfici curve.
Tra i migliori modelli ti suggeriamo l’acquisto della Bosch pex 300 AE. Più prestante è invece la Bosch gex 125 1 ae professional.

Devi levigare bordi e angoli?

Allora non ti resta che scegliere la levigatrice a delta. Consente di eseguire levigature di precisione sia nei bordi di un materiale che negli angoli grazie alla piastra triangolare. E tra i modelli più convincenti segnaliamo la Bosch pda 180, che permette di ruotare la piastra così da non sprecare la carta abrasiva utilizzata.

Cerchi estrema maneggevolezza e leggerezza, oltre che precisione?

In questo caso la tua scelta non può che essere la levigatrice palmare. Come si intuisce già dal nome, questi modelli si utilizzano con una sola mano, tanto sono piccoli e leggeri. Sono ideali per i lavori di precisione proprio perché vantano una piastra triangolare.
E allora vantano la stessa utilità dei modelli a delta?
Sì, ma sono più piccoli e sono solitamente forniti con parecchi accessori, come nel caso della Black Decker ka161 bc.

Devi carteggiare le pareti e i soffitti?

Potresti eseguire tali operazioni manualmente munendoti di carta abrasiva e di levigatrice manuale, tuttavia lo sforzo sarebbe notevole, così come sarebbe notevole il tempo impiegato. Per questo il nostro consiglio è quello di optare per le levigatrici a giraffa. Grazie all’impugnatura telescopica ti consentono di raggiungere grandi altezze senza dover usare la scala. E tra i modelli hobbistici consigliamo la Einhell tc dw 225 e la Vigor vls 225. Modelli che però non hanno il sistema di aspirazione integrato, che invece possiede la Menzer lhs 225 vario av.

Devi carteggiare i tubi?

In commercio sono state introdotte delle specifiche levigatrici per tubi che consentono di levigare tali oggetti con irrisoria facilità (il nastro levigante si adatta perfettamente alla forma del tubo).  E tra i modelli che consigliamo citiamo la Metabo rbe 15 180 set, adattissima per usi professionali e dotata di più accessori.

Valuta le cose da fare e poi scegli se optare per le multifunzionali!

In commercio ci sono levigatrici adatte per più utilizzi. Se ad esempio hai bisogno di una modello orbitale ma necessiti anche di un modello a delta, allora potresti scegliere una levigatrice multifunzione come ad esempio la Bosch psm 200 aes Universal. Tale carteggiatrice vanta la possibilità di utilizzare sia una piastra rettangolare (per i classici lavori di rifinitura) che una triangolare (per i compiti dove è richiesta più precisione). Con un solo utensile è come se ne avessi due.
La stessa cosa possiamo dirla nel caso della levigatrice lucidatrice, utensile adatto per lisciare e lucidare.
Tra le multifunzionali possiamo annoverare anche le levigatrici a rullo abrasivo. Questi utensili consentono di sostituire il rullo standard con un altro accessorio più attinente al tuo fabbisogno. Di conseguenza potresti ad esempio carteggiare le superfici tonde, scanalare o magari levigare meglio le superfici lisce. Per poi passare alle levigature di precisione tramite un altro accessorio. Insomma, davvero tanti utilizzi diversi. E tra i migliori modelli a rullo abrasivo citiamo la Bosch prr 250 es.

Preferisci lavorare con comodità e senza effettuare sforzi eccessivi su piccoli manufatti?

Stare tanto tempo in piedi per levigare o comunque stare in posizioni non certo comode, non fa bene alla nostra schiena. Proprio per questo è meglio utilizzare in tali casi la levigatrice da banco. Queste tipologie vantano un nastro di grandi dimensioni e tu dovrai avvicinare l’oggetto (che per ovvi motivi non potrà essere di grandi dimensioni) al nastro per carteggiarlo.

Non possiedi un aspiratutto da collegare alla levigatrice?

Allora, se non lo possiedi e non lo vuoi nemmeno comprare, sarà necessario acquistare almeno una levigatrice con aspiratore. Così, il grosso o la metà della polvere potrà essere eliminata subito (l’efficienza di tale sistema varia da modello a modello). Ciò non significa solo maggiore pulizia nell’ambiente in cui lavori, ma è pure una salvaguardia per la tua salute.

Qual è la velocità ideale?

Concludiamo parlandoti della velocità dei giri che riveste un ruolo parecchio importante. Infatti, per non far sforzare troppo il motore di una levigatrice (visto che durante il taglio, il numero dei giri diminuisce) ti consigliamo un macchinario che non abbia un limite al di sotto dei 10000 o 11000 giri al minuto.
C’è anche da precisare che i modelli più performanti mantengono costanti i numeri dei giri, questo è il caso, ad esempio, della levigatrice orbitale Bosch Professional GSS 280 AVE e della rotorbitale Bosch Professional GSS 230 AVE.