Levigatrice palmare: a cosa serve e quale scegliere

levigatrice palmareVuoi il massimo della precisione? Con la tua attuaòe levigatrice non sei riuscito ad arrivare in un preciso angolo? Sei ancora lì che ci provi ma non ci riesci?
Puoi anche smettere di provare perché con una “classica” carteggiatrice non potrai mai arrivare a rifinire gli angoli più stretti. Hai bisogno di una levigatrice palmare.
Perché palmare?
Perché è talmente piccola (non a caso è anche chiamata “mouse”) che potrai guidarla con una sola mano (come puoi vedere dalla foto a sinistra, l’impugnatura non è grande e sta nel palmo di una mano).
Cosa posso fare con la levigatrice palmare?
Puoi tranquillamente levigare le piccoli superfici, compresi angoli e bordi. Riuscire tranquillamente a rifinire anche i punti dove prima ti sembrava impossibile accedere.

 

Nel corso dell’articolo avrai modo di scoprire i migliori modelli e anche altre info sulla levigatrice palmare, per adesso però iniziamo con queste tre offerte.

 

Ultimo aggiornamento: 17 dicembre 2018 13:00

 

Levigatrici palmari: consigli d’acquisto

Proseguiamo con quelle che reputiamo essere le migliori levigatrici palmari. Dei modelli scelti potrai leggere inizialmente una breve presentazione del prodotto, se però vorrai saperne di più (scoprendo pure il prezzo) allora dovrai cliccare sui link di approfondimento che ti forniremo durante la lettura (tali link ti permetteranno di leggere le recensioni dei prodotti).

Miglior levigatrice palmare economica: consigliamo Black+Decker ka161bc qs

Sei in cerca di una levigatrice palmare che costi davvero poco?
Ne cerchi una che abbia già tutto il necessario per consentirti di inziare fin da subito a levigare?
Allora la scelta ideale è senza dubbio la Black+Decker ka161bc qs (clicca sul link così leggerai la recensione e scoprirai anche il prezzo). Modello stra-consigliato visto che oltre a costare poco, vanta tanti accessori, tra cui più set di carte abrasive, l’adattatore per il collegamento di un aspiratore e anche profilo aggiuntivo per levigare minuziosamente.

Miglior levigatrice palmare di fascia media: consigliamo Bosch psm 80 a

Modello leggermente più costoso della carteggiatrice Black+Decker citata in precedenza, ma ciò è anche giusto, visto che la levigatrice palmare la Bosch psm 80 A presenta una punta a delta girevole (così potrai sfruttare totalmente la carta abrasiva) e anche un sistema di aspirazione integrato, che quindi ti permette di evitare il collegamento di un aspirapolvere.

Miglior levigatrice palmare di fascia alta: consigliamo Makita BO4565K

La Makita BO4565K è la più costosa tra le levigatrici palmari da noi consigliate, ma ciò è giustificato dal suo doppio utilizzo. Infatti, può essere usata sia come levigatrice a delta (base triangolare da 96 x 96 x 96 mm) e sia come levigatrice orbitale (base rettangolare da 102 x 114 mm). Convincente anche per ciò che riguarda il design (impugnatura con rivestimento softgrip).
Interessato a questa carteggiatrice?
Allora puoi leggere la nostra dettagliata recensione cliccando su levigatrice Makita BO4565K.

 

Levigatrice mouse: non avere paura del “topo”, non costa tanto!

Il termine mouse non può che ricordarci il puntatore per pc che, grazie alla freccetta che compare sul monitor, ci permette di cliccare su fogli di lavoro, pagine web, ecc. Termine che può essere accostato anche alla levigatrice palmare. Infatti, quest’ultima è anche denominata mouse.
Se dal punto di vista dell’utilità abbiamo una netta differenza (uno viene utilizzato solo per fini informatici e l’altro per fini “fai da te”), dal punto di vista commerciale queste diversità si assottigliano, visto che un mouse può costare anche più di una levigatrice palmare. E ciò è ampiamente dimostrato da questi prezzi.