Come levigare la pietra?

Ti piace raccogliere le pietre rocciose o magari è un hobby che vorresti iniziare a svolgere?
Quesito è sicuramente un bel modo di passare il tempo visto che si sta a contatto con la natura, però, come sicuramente già sai, per riuscire a ricavare il vero splendore da una pietra raccolta (grezza) è necessario levigarla. In questo caso non ci sarà bisogno di una levigatrice a batteria o elettrica, ma potrai fare il tutto semplicemente munendoti degli accessori necessari (che elencheremo nel prossimo paragrafo) e della pazienza. Quest’ultima di certo ti servirà perché non è proprio immediata la levigatura della pietra. E soprattutto comporta anche lo sforzo fisico.
Naturalmente le pietre oltre ad essere raccolte, possono essere acquistate anche online. Quest’ultima è un’opzione idonea per chi non può recarsi in determinati ambienti, tuttavia è la soluzione meno “piacevole”, visto che toglie il gusto di trovare e raccogliere le pietre da sé. Ci sono anche dei siti dove è possibile acquistare le pietre grezze in modo che poi sia tu a levigarle.
Ricorda: se ti stai avvicinando solo adesso a questo hobby puoi comunque trovare delle guide online, delle associazioni, dei forum dove potrai avere delle preziose indicazioni sui luoghi dove raccogliere le pietre.

Levigare la pietra: come fare?

Prima di elencare i vari passaggi che ti permetteranno di levigare le pietre rocciose, è necessario avere tutto il materiale già a disposizione.
E di cosa abbiamo bisogno?
Abbiamo già detto della pazienza, ma oltre a questo “accessorio astratto” ci sarà bisogno anche di: scalpello, martello, carta vetrata e bacinella d’acqua.
Questi gli accessori per la levigatura della pietra, ma bisogna pensare anche alla nostra salute, motivo per cui è opportuno indossare una mascherina che protegga le vie respiratorie dalla polvere e anche dei guanti. Quest’ultimi necessari perché dovendo levigare a mano c’è la possibilità di farsi male tagliandosi.
Adesso, dopo queste doverose premesse, possiamo descrivere i semplici passaggi su come levigare la pietra.

  • Rimuovere le eventuali sporgenze con uno scalpello: se vuoi modellare il sasso dovrai utilizzare lo scalpello e il martello per dargli la forma che desideri. Per eliminare i bordi ruvidi si può anche strofinare la pietra su una superficie di cemento.
  • Strofina la pietra utilizzando la carta vetrata dalla giusta grana: la grana adeguata dipende dal tipo di pietra, se si tratta di una roccia morbida allora basterà utilizzare, generalmente, una grana con valore compreso tra 50 e 150. Ricorda di tenere la pietra bagnata, quindi dovrai intingere la stessa in una bacinella d’acqua
  • Strofina con una grana più fine: dopo aver iniziato con una carta abrasiva grossa, adesso è il momento di passare ad una leggermente più fine (ad esempio andrebbe bene una da 160). Anche in questo caso è necessario di tanto in tanto intingere il sasso nella bacinella d’acqua.
  • Strofina con carta vetrata grana fine (360): con quest’ultimo foglio abrasivo potrai eliminare tutti i graffi più impressi prodotti dallo strofinamento precedente (il lavoro viene ultimato solo quando questi graffi sono lisciati).
  • Lucida la pietra: la levigatura così è ultimata, adesso starà a te decidere come procedere, se passare alla lucidatura o se magari dipingere la pietra.

Migliore levigatrice consigliata per levigare la pietra