Come sverniciare il legno con la levigatrice?

come sverniciare il legno con la levigatriceIn un altro articolo ci siamo occupati di come levigare il legno, mentre in questo vedremo come sverniciare il legno. Spiegheremo anche quale sia la tipologia di levigatrice da prendere in considerazione per la carteggiatura e ti daremo pure dei consigli di utilizzo. Ulteriori link di approfondimento ti permetteranno di saperne di più sulle tipologie, su dei dubbi che riguardano sempre la sverniciatura del legno e altro ancora.

I metodi per la levigatura del legno verniciato

Il legno verniciato può essere tolto non solo con una levigatrice, ma anche munendosi di sverniciatore e raschietto. Come si intuisce già,  lo sverniciatore è un prodotto preposto per questo compito, in quanto assicura una buona riuscita senza andare incontro a nessun tipo di rischio. Questo però non vuol dire che la levigatrice sia un metodo non idoneo. Vuol dire solo che, se non sai adoperare come si deve tale utensile, rischi di fare dei danni al legno. A tal proposito ti consigliamo di leggere anche l’articolo: “Sverniciatore o levigatrice”.

Quale levigatrice utilizzare per sverniciare il legno?

La levigatrice che più di tutte si adatta ai compiti di sverniciatura dipende molto anche dal tipo di manufatto da sverniciare.
Se parliamo di superfici estese la soluzione migliore è sicuramente quella della levigatrice a nastro. Visto che è l’utensile che riesce ad asportare più quantità di materiale e lo fa velocemente.
Tuttavia bisogna fare attenzione: proprio per via di questa capacità c’è il rischio di arrecare danni alla superficie trattata se non siamo in grado di utilizzarla adeguatamente.

Tra i modelli a nastro migliori non possiamo che citare la Bosch pbs 75 ae (per gli hobbisti) e la Bosch Professional gbs 75 ae (per i professionisti).
Un’altra tipologia utilizzata per la sverniciatura del legno è sicuramente quella relativa alla levigatrice rotorbitale. Asporta meno materiale ma è più adatta quando ci si trova di fronte a dei pezzi circolari. Tra i modelli rotorbitali migliori non possiamo che citare a livello hobbistico la Bosch Pex 30 ae, mentre a livello professionale citiamo la Bosch professional Gex 125 1 ae.

Offerta
Bosch PBS 75 AE-Set - Levigatrice a nastro, 200 – 350 m/min
  • Levigatrice a nastro potente e robusta: per un'elevata capacità di asportazione su grandi aree
  • Perfetta manovrabilità: facile guida grazie all'ergonomia migliorata e al design compatto
  • Alloggiamento robusto di alta qualità: componenti in alluminio per una perfetta stabilità
  • Sistema di centraggio automatico della cinghia: mantiene la cinghia nella posizione corretta durante la levigatura
  • Sistema di fissaggio a leva per un facile cambio del nastro Dimmer elettronico Bosch: preselezione della velocità continua per un perfetto abbinamento dei materiali - velocità della cinghia regolabile con manopola azionata da grilletto
Offerta
Bosch GBS 75 AE Levigatrice a nastro, 750 W
  • Potenza: 750 W
  • Superficie levigatrice, larghezza: 75 mm
  • Nastro, lunghezza: 533 mm
  • Velocità nastro: 200 – 330 m/min
Bosch Home and Garden 06033A3000 Bosch Levigatrice Rotoorbitale Universal PEX 300 AE, 270 W, Verde
  • Levigatrice rotorbitale Compact da 270 Watt
  • Diametro platorello 125 mm, attacco micro velcro, sistema Low vibration
  • Regolazione elettronica, 4000-24000 oscillazioni/minuto, eccentricità 2, 0 mm
  • Sistema microfilter per un'area di lavoro sempre pulita, Softgrip
  • In dotazione: 1 foglio abrasivo Red: Wood, pr Assistant per montaggio perfetto del foglio abrasivo, valigetta
Bosch Professional 0601387501 Levigatrice Roto Orbitale GEX 125-1 AE, Platorello da 125 mm, 250 watts
  • Struttura compatta ed ergonomica, con grandi impugnature con rivestimento Softgrip per scegliere la posizione più adatta in base all'applicazione e per un comfort eccezionale
  • Sistema Microfilter Bosch: aspirazione della polvere efficiente e perfetta
  • Preselezione del numero di giri per lavorare in funzione del materiale
  • Il freno del platorello impedisce il danneggiamento (ad es. rigature) sul pezzo
  • Il movimento eccentrico combinato alla rotazione permette di avere sia notevole capacità di asportazione, sia di ottenere superfici di estrema finitura

Se invece parliamo di superfici piccole e magari manufatti dove sono presenti più angoli e bordi da levigare, allora è il caso di optare per le levigatrici a delta, in quanto il platorello triangolare garantisce la perfetta lisciatura anche dei punti più difficili. Utilizzando una levigatrice a delta si arriva fino agli angoli, ma sarà comunque necessario intervenire manualmente (visto che non arriva proprio a filo).
Per i punti ancora più difficili da raggiungere è il caso di utilizzare la lima elettrica. E tra i migliori modelli non possiamo che consigliare la Black-Decker ka 900e. Se utilizzi la lima elettrica ricorda di usare una “mano leggera” visto che è molto potente.

Offerta
BLACK+DECKER KA900E Lima Elettrica con Accessori, Velocità Variabile 900-1.600 M/Min, 350 W, 230 V
  • Nastro levigatore da 13 mm, adatta per le operazioni di levigatura, modellatura, affilatura e per la rimozione della ruggine
  • Braccio stretto per la rapida rimozione del materiale in aree di difficile accesso
  • Velocità variabile per un controllo ed una finitura ottimale nella levigatura di legno, metallo, piastrelle in ceramica, muratura, intonaco e plastica
  • Azione ciclonica e scomparto raccoglipolvere per una superficie di lavoro sempre pulita

Levigare il legno verniciato: come fare?

La preparazione alla levigatura del legno verniciato è la stessa che abbiamo già scritto nell’articolo “Come levigare il legno”, di conseguenza eviteremo di ripeterci. Quindi passeremo subito a descrivere il semplicissimo procedimento, ovvero:

  • Pulire la superficie da sverniciare: giusto per rimuovere eventuali residui come magari dei componenti metallici o altro.
  • Inizia la levigatura: ricorda di non utilizzare la levigatrice orbitale su vernici di strato spesso perché si righerà la superficie, visto che l’attrito porta alla creazione di palline. Applica naturalmente all’utensile la carta abrasiva dalla grana adeguata e non fare pressione sulla levigatrice. Poggia solo la mano. Questo utensile è in grado da sé di eseguire la lisciatura senza che ci sia una forza che gli dia un’ulteriore mano non richiesta.

Di difficoltoso come hai visto da questi passaggi non c’è nulla, tuttavia il nostro suggerimento è: se sei alle primissime armi e non ti senti ancora abbastanza esperto nell’uso della levigatrice, prima magari di danneggiare un mobile prezioso per te, meglio fare un po’ di pratica.